EventiNews

Risorse di Vita, un modo concreto per dire “Grazie!”

Con un’inedita iniziativa Consulenza e Risorse ringrazia gli infermieri che hanno dato tutto per salvare vite durante la prima ondata della pandemia di Covid-19.

Milano, 12.10.2020 – Consulenza e Risorse, società di consulenza indipendente che supporta con successo le aziende nel reperimento dei capitali necessari al loro sviluppo con incentivi e finanziamenti, ha scelto di promuovere una iniziativa con cui ringraziare in modo concreto gli infermieri che con dedizione assoluta hanno svolto un ruolo fondamentale durante la prima ondata della pandemia.

“Il sacrificio, la dedizione, l’abnegazione dimostrata dal personale infermieristico ci hanno fortemente colpito e dato che l’aspetto etico è uno dei pilastri fondamentali dell’attività di Consulenza e Risorse, abbiamo deciso di esprimere loro il nostro ringraziamento in modo concreto.

Non potendo certamente ringraziare tutti abbiamo creato Risorse Di Vita, un’iniziativa per premiare dieci di loro, scelti a sorte tra quanti durante l’emergenza sanitaria di Covid-19 si sono prodigati nell’ambito dell’Ospedale di Vizzolo Predabissi, struttura sanitaria lombarda poco nota al grande pubblico ma tra le più colpite a livello nazionale.”

spiega Luigi Jovacchini, presidente di Consulenza e Risorse.

Con Risorse Di Vita lo staff di Consulenza e Risorse ha offerto 10 soggiorni in formula week end lungo per due persone nella meravigliosa struttura del Castello di Monterone in Umbria, vicino a Perugia, per regalare, a chi ha dato così tanto durante la pandemia, qualche giorno di pace, serenità e riconciliazione con la natura all’insegna del relax e dell’enogastronomia.

Il nome dell’iniziativa, Risorse di vita, gioca su uno degli elementi core di Consulenza e Risorse: dal nome dell’azienda l’iniziativa trae il suo primo termine, le Risorse, per riferirlo agli infermieri e per accompagnarlo con il secondo termine, importantissimo, della Vita, a tutela della quale si sono adoperati rendendo evidente quanto sia grande il valore di questa risorsa per la collettività.

“In Consulenza e Risorse sappiamo bene che il vero valore è nelle persone, perché il capitale umano è il bene più grande in assoluto e gli eventi hanno mostrato quanto i nostri infermieri siano stati eccezionali e quanto esemplare sia stato il loro comportamento.

Così, con Risorse di Vita, abbiamo voluto essere concretamente al fianco di chi non si è risparmiato nel prestare soccorso, di chi è stato al fianco dei malati, di chi ha saputo dare conforto a loro e ai loro familiari, di chi ha dovuto perfino vivere separato dai propri affetti per non mettere a rischio la salute loro, oltre alla propria.”

conclude Lucia Tincani, amministratore unico di Consulenza e Risorse. L’estrazione di Risorse di Vita avrà luogo il prossimo 4 novembre 2020.

L’estrazione finale e i messaggi che abbiamo ricevuto dai vincitori

Abbiamo estratto i vincitori del nostro concorso Risorse di Vita. Qui di seguito chi, tra gli estratti, ci ha fornito autorizzazione ad essere citato:

  • Elena Griffini
  • Antonella Capolungo
  • Eleonora Gianandrea
  • Debora Vanni
  • Margherita Rosa Lecci
  • Guglielma Ghirlandi

Purtroppo un vincitore ha scelto di non accettare il premio che è stato quindi devoluto alla Onlus “La Lega del Filo d’Oro”.  Tutto questo si è svolto come da regolamento di concorso.

Di tutte questa attività la cosa più bella, quella  che ha scaldato i nostri cuori, sono stati i messaggi che abbiamo ricevuto dai partecipanti e vincitori del concorso Risorse di Vita. Ne condividiamo qui due:

Buongiorno la presente per ringraziarvi di tale opportunità, tenendo presente che è la prima vincita in assoluto nella mia vita. Spero di poterne usufruire appena sarà passata questa ondata travolgente di pandemia. Purtroppo stiamo vivendo un momento di assoluto dolore e impotenza, di fronte a questo nemico invisibile che sta mietendo vittime innocenti.

Noi sanitari cerchiamo in tutti i modi di combatterlo, e di annullare la sensazione di frustrazione che ci pervade, combattendo tutti i giorni senza abbatterci e trovando nella speranza il giusto spirito per andare avanti. Nel ringraziarvi, vi porgo i miei più cordiali saluti.” (Margherita Rosa Lecci)

“Credo che la sofferenza, sia sempre sofferenza, oggi ieri e domani ed è la cosa più difficile da accettare, spesso la tolleriamo meglio se ci sentiamo almeno un po’ compresi, se riusciamo a condividerla con qualcuno. Se dovessi descrivere quello che abbiamo vissuto durante la prima ondata, e che vedo ripetersi in questi giorni, lo descriverei così, con la parola sofferenza. poi ci sono un sacco di altre cose,ma sicuramente c’è sofferenza. Sofferenza di chi è stato colpito da questa malattia e deve affrontare completamente da solo un ricovero ospedaliero; Sofferenza di chi da casa si sente impotente e non può condividere tutto questo con la propria persona, non la può vedere, non può stargli fisicamente accanto.

Sofferenza di chi lavora con queste persone e sente che per quanto provi a stargli vicino non può sostituirsi ad un familiare, un caro amico o un amore. Credo anche che la forza sia nel gruppo, e che quanto più si sia uniti tanto meglio si porta avanti questa situazione, dentro l’ospedale e utopisticamente anche al di fuori. Io mi sento fortunata, e ringrazio il mio gruppo di essere come è. Si trovano energie e resistenza nascoste sostenute dall’idea che l’emergenza sia limitata nel tempo, ed è quello che tutti ci auguriamo, di poter tornare a condividere istanti, così come prima. la Normalità. Le cose belle.” (Eleonora Gianandrea)

Siamo davvero onorati di questi e di tutti gli altri messaggi di ringraziamento che ci sono arrivati.

Continueremo sulla strada della solidarietà, promuovere piccoli gesti di vicinanza, anche con mezzi alternativi,  è per noi il modo migliore di reagire ai nuovi distanziamenti sociali imposti dalla pandemia Covid-19.

Con un’inedita iniziativa Consulenza e Risorse ringrazia gli infermieri che hanno dato tutto per salvare vite durante la prima ondata della pandemia di Covid-19.

Milano, 12.10.2020 – Consulenza e Risorse, società di consulenza indipendente che supporta con successo le aziende nel reperimento dei capitali necessari al loro sviluppo con incentivi e finanziamenti, ha scelto di promuovere una iniziativa con cui ringraziare in modo concreto gli infermieri che con dedizione assoluta hanno svolto un ruolo fondamentale durante la prima ondata della pandemia.

“Il sacrificio, la dedizione, l’abnegazione dimostrata dal personale infermieristico ci hanno fortemente colpito e dato che l’aspetto etico è uno dei pilastri fondamentali dell’attività di Consulenza e Risorse, abbiamo deciso di esprimere loro il nostro ringraziamento in modo concreto.

Non potendo certamente ringraziare tutti abbiamo creato Risorse Di Vita, un’iniziativa per premiare dieci di loro, scelti a sorte tra quanti durante l’emergenza sanitaria di Covid-19 si sono prodigati nell’ambito dell’Ospedale di Vizzolo Predabissi, struttura sanitaria lombarda poco nota al grande pubblico ma tra le più colpite a livello nazionale.”

spiega Luigi Jovacchini, presidente di Consulenza e Risorse.

Con Risorse Di Vita lo staff di Consulenza e Risorse ha offerto 10 soggiorni in formula week end lungo per due persone nella meravigliosa struttura del Castello di Monterone in Umbria, vicino a Perugia, per regalare, a chi ha dato così tanto durante la pandemia, qualche giorno di pace, serenità e riconciliazione con la natura all’insegna del relax e dell’enogastronomia.

Il nome dell’iniziativa, Risorse di vita, gioca su uno degli elementi core di Consulenza e Risorse: dal nome dell’azienda l’iniziativa trae il suo primo termine, le Risorse, per riferirlo agli infermieri e per accompagnarlo con il secondo termine, importantissimo, della Vita, a tutela della quale si sono adoperati rendendo evidente quanto sia grande il valore di questa risorsa per la collettività.

“In Consulenza e Risorse sappiamo bene che il vero valore è nelle persone, perché il capitale umano è il bene più grande in assoluto e gli eventi hanno mostrato quanto i nostri infermieri siano stati eccezionali e quanto esemplare sia stato il loro comportamento.

Così, con Risorse di Vita, abbiamo voluto essere concretamente al fianco di chi non si è risparmiato nel prestare soccorso, di chi è stato al fianco dei malati, di chi ha saputo dare conforto a loro e ai loro familiari, di chi ha dovuto perfino vivere separato dai propri affetti per non mettere a rischio la salute loro, oltre alla propria.”

conclude Lucia Tincani, amministratore unico di Consulenza e Risorse. L’estrazione di Risorse di Vita avrà luogo il prossimo 4 novembre 2020.

L’estrazione finale e i messaggi che abbiamo ricevuto dai vincitori

Abbiamo estratto i vincitori del nostro concorso Risorse di Vita. Qui di seguito chi, tra gli estratti, ci ha fornito autorizzazione ad essere citato:

  • Elena Griffini
  • Antonella Capolungo
  • Eleonora Gianandrea
  • Debora Vanni
  • Margherita Rosa Lecci
  • Guglielma Ghirlandi

Purtroppo un vincitore ha scelto di non accettare il premio che è stato quindi devoluto alla Onlus “La Lega del Filo d’Oro”.  Tutto questo si è svolto come da regolamento di concorso.

Di tutte questa attività la cosa più bella, quella  che ha scaldato i nostri cuori, sono stati i messaggi che abbiamo ricevuto dai partecipanti e vincitori del concorso Risorse di Vita. Ne condividiamo qui due:

Buongiorno la presente per ringraziarvi di tale opportunità, tenendo presente che è la prima vincita in assoluto nella mia vita. Spero di poterne usufruire appena sarà passata questa ondata travolgente di pandemia. Purtroppo stiamo vivendo un momento di assoluto dolore e impotenza, di fronte a questo nemico invisibile che sta mietendo vittime innocenti.

Noi sanitari cerchiamo in tutti i modi di combatterlo, e di annullare la sensazione di frustrazione che ci pervade, combattendo tutti i giorni senza abbatterci e trovando nella speranza il giusto spirito per andare avanti. Nel ringraziarvi, vi porgo i miei più cordiali saluti.” (Margherita Rosa Lecci)

“Credo che la sofferenza, sia sempre sofferenza, oggi ieri e domani ed è la cosa più difficile da accettare, spesso la tolleriamo meglio se ci sentiamo almeno un po’ compresi, se riusciamo a condividerla con qualcuno. Se dovessi descrivere quello che abbiamo vissuto durante la prima ondata, e che vedo ripetersi in questi giorni, lo descriverei così, con la parola sofferenza. poi ci sono un sacco di altre cose,ma sicuramente c’è sofferenza. Sofferenza di chi è stato colpito da questa malattia e deve affrontare completamente da solo un ricovero ospedaliero; Sofferenza di chi da casa si sente impotente e non può condividere tutto questo con la propria persona, non la può vedere, non può stargli fisicamente accanto.

Sofferenza di chi lavora con queste persone e sente che per quanto provi a stargli vicino non può sostituirsi ad un familiare, un caro amico o un amore. Credo anche che la forza sia nel gruppo, e che quanto più si sia uniti tanto meglio si porta avanti questa situazione, dentro l’ospedale e utopisticamente anche al di fuori. Io mi sento fortunata, e ringrazio il mio gruppo di essere come è. Si trovano energie e resistenza nascoste sostenute dall’idea che l’emergenza sia limitata nel tempo, ed è quello che tutti ci auguriamo, di poter tornare a condividere istanti, così come prima. la Normalità. Le cose belle.” (Eleonora Gianandrea)

Siamo davvero onorati di questi e di tutti gli altri messaggi di ringraziamento che ci sono arrivati.

Continueremo sulla strada della solidarietà, promuovere piccoli gesti di vicinanza, anche con mezzi alternativi,  è per noi il modo migliore di reagire ai nuovi distanziamenti sociali imposti dalla pandemia Covid-19.

Lascia un commento